New Urban Ecologies

By | 2014-11-20T10:50:49+00:00 maggio 21st, 2008|Mostre e Seminari|0 Comments

Spazio FMG di FMG Fabbrica Marmi e Graniti ospita dal 21 maggio al 21 giugno la mostra New Urban Ecologies, nuove forme di ecologia urbana e sociale attraverso i progetti di quattro autori emergenti europei: Ecosisistema Urbano (Madrid), NL Architects (Rotterdam), Ma0 (Roma) ed Elastico (Torino-Pordenone).

La mostra, a cura di Luca Molinari, sviluppa il tema dell’architettura come speranza, ovvero come contributo concreto per lo sviluppo sostenibile del territorio.
“Speranza, il futuro” è proprio uno dei 3 temi chiave del XXIII Congresso Mondiale dell’Architettura che si terrà a Torino dal 28 giugno al 3 luglio e che vede FMG Fabbrica Marmi e Graniti presente in qualità di main sponsor.

“Ecosisistema Urbano (Madrid), NL Architects (Rotterdam), Ma0 (Roma) ed Elastico (Torino-Pordenone) presentano quattro progetti in cui la sperimentazione porta ad una nuova interpretazione dello spazio collettivo. Quattro progetti in cui si confrontano nuove forme urbane di aggregazione, capaci di lavorare su più dimensioni. Prima tra tutte quella ecologica, attenta al risparmio e all’innovazione nell’uso dello spazio e delle risorse. Con New Urban Ecologies si lancia un modo più complesso e allargato di leggere la parola ecologia per la città del domani”. Commenta Luca Molinari, architetto e critico, curatore dello Spazio FMG per l’Architettura.

Per offrirci sguardi diversi e nuovi modi di pensare la città del prossimo futuro, la mostra presenta il progetto di un ecoboulevard nella periferia di Madrid (Ecosistema Urbano), una strada/paesaggio di Rotterdam aperta alle nuove comunità e ai giovani(NL Architects), nuovi insediamenti urbani e abitativi ad Almere in Olanda (Ma0), la realizzazione di spazi pubblici per il mercato e le feste a Budola (Elastico).

Spazio FMG si propone come punto di incontro e di confronto per architetti, studenti e appassionati di architettura e design.
Spazio FMG è in collaborazione con il Corriere della Sera e con il patrocinio del Comune di Milano.