URBAN ECOLOGIES #3 NEW TOWNS IN ASIA

By | 2018-02-12T17:12:51+00:00 maggio 24th, 2013|Mostre e Seminari|0 Comments

A cura di Luca Molinari e Simona Galateo
Inaugurazione
Giovedì 6 Giugno | h. 18.30 | Ingresso Libero

Mostra
7-28 Giugno| Lunedì-Venerdì | h. 15.00-19.00 | Ingresso Libero

New Towns in Asia è la mostra a cura di Luca Molinari e Simona Galateo che il 6 giugno inaugura allo SpazioFMGperl’Architettura un altro importante capitolo della serie dedicata ai temi della sostenibilità urbana.  La Mostra è un racconto, una ricerca e un approfondimento dello scenario globale riferito a quelle nuove città o quartieri “figli” della Garden City di Ebenezer Howard e Ville Radieuse di Le Corbusier, ma anche di Brasilia, Chandigarth ad Abuja e Guyana. Eco-cities che oggi nascono e sorgono in Cina, Corea e Vietnam a firma dei più influenti studi internazionali.

La Mostra guarda in particolare a cinque progetti in fase di realizzazione. Masdar City di Norman Foster, tesa a un funzionamento a zero emissioni e zero rifiuti nel deserto, in prossimità di Abu Dhabi. Golden Hills sviluppata da SOM in Vietnam, lungo il fiume Cu De, interessante soprattutto in riferimento allo studio delle acque e alle soluzioni adottate per la gestione delle forti precipitazioni e delle inondazioni. In Turchia, al confine tra Europa e Asia si sviluppa invece Kartal Pendik, progettata da Zaha Hadid, che rappresenta un interessante stimolo alla riflessione sulla progettazione parametrica. Infine due progetti di KPF Kohn Pedersen Fox Associate: la cinese Meixi Lake dove il trasporto su acqua rappresenta la principale fonte di mobilità e la sud coreana Songdo, la più vasta operazione immobiliare mai promossa da un investitore privato.

“Realizzate con le tecnologie e gli accorgimenti più innovativi, dal disegno urbano alle visioni e gli scenari più futuribili, le New Towns vogliono rappresentare un modello, una plausibile alternativa alle città esistenti da cui spesso dipendono. La mostra guarda a questi progetti, ne indaga dati e misure del loro essere eco-compatibili, confronta le soluzioni tecniche e tecnologiche proposte, li rilegge attraverso i più tradizionali e importanti riferimenti nella storia del ventesimo secolo per comprenderne affinità e risonanze. Ma soprattutto si chiede se le aspettative per uno sviluppo urbano sostenibile possano essere soddisfatte dai progetti delle nuove eco-cities, o se piuttosto che risolvere, aggravino situazioni già esistenti e problematiche per loro stessa natura” spiega Luca Molinari.

“Urban Ecologies #3 – New Towns in Asia” è in programma allo SpazioFMGperl’Architettura fino al 28 giugno ed è completata da una selezione di pubblicazioni sul tema a disposizione del pubblico per tutta la durata della mostra.

001

005

006

008

009

012

013

014

017

018

022

024

025

028

029

034

036

037

039

040

041

048

050

059

062

067

072

080

082

086

096

107

117

130

137

147

149

168

174

181